Manutenzione tappezzeria

Consigli di carattere generale

Ogni tessuto ha bisogno di cure e manutenzioni specifiche, soprattutto nella fase del lavaggio è buona norma seguire le indicazioni di lavaggio e stiratura descritte con i simboli nell'etichetta, obbligatoria e indispensabile per assicurare una lunga durata di tessuti e tendaggi.

Ci sono tuttavia delle norme generali di cura e manutenzione che possono essere applicate per tutti i tessuti per tendaggi più comuni:

  • prima di cominciare la normale pulizia, assicurarsi di rimuovere o sistemare su un lato tutti i sistemi per tenda in metallo, i cordoncini di tiraggio e gli altri elementi in materiali plastici.
  • Nel lavaggio a mano, non strofinare il tessuto più del necessario e strizzare delicatamente per non stressare la trama. Se l'etichetta ci consente di lavarlo in lavatrice evitare centrifughe lunghe.
  • Non candeggiare, usare prodotti specifici per tessuti delicati, possibilmente liquidi e neutri per non rovinare tessuto e colori della tenda. Nel lavaggio a mano, non versare il detersivo direttamente sui tessuti ma diluirlo prima di immergervi le tende.
  • Un rimedio efficace per contrastare i cattivi odori è quello di trattarlo con bicarbonato di sodio o aceto di vino o mele nell'acqua del lavaggio. Per sbiancarle aggiungi un cucchiaio di lievito.
  • Non stirare il tessuto direttamente ma utilizza un panno per evitare il contatto diretto col ferro da stiro e non esporre al sole diretto per l'asciugatura.
  • Quando le tende sono ancora umide, posare su un piano orizzontale per ripristinare la morbidezza della trama ed evitare che si sformino.
  • Non lasciare che il tessuto assorba le macchie ma trattale subito con un prodotto specifico o un materiale altamente assorbente come il sale o il borotalco. Evita di sfregare le macchie, rischi di rovinare il tessuto e il colore della tenda.
  • Nell'appendere le tende cerca di mantenere le pieghe naturali del tessuto accompagnandone la discesa con le mani, delicatamente.
  • Non attaccare la tenda al vetro: riflessi solari e condensa potrebbero rovinarle.
  • Evita di appendere i tessuti a contatto con termosifoni o calore diretto: la trama del tessuto potrebbe deformarsi.

Consigli professionali su come trattare i tessuti per le tende da interno:

Tessuti d'arredo in seta
Prezioso tessuto naturale con cui si confezionano tende per interni eleganti, dalla texture morbida e lucida: la seta è un tessuto prevalentemente decorativo, non è quindi adatto a tendaggi per esterni o frangisole. Leggere imperfezioni e lievi differenze cromatiche sono normali e danno il classico aspetto lucido e cangiante. Il lavaggio va eseguito preferibilmente a secco (senza ipoclorito), alternativamente in ammollo a temperature inferiori ai 30°. Stirare con ferro tiepido e non strizzare per evitare di rovinare la delicata trama.

Tessuti d'arredo in misto seta
Più resistenti delle tende in pura seta, possono essere ravvivati e smacchiati in lavatrice a basse temperature (massimo 30°) ed evitando la centrifuga lunga. Evitare di strizzare o stressare troppo il tessuto. Come le tende in seta, vanno stirate con il ferro tiepido.

Tessuti per tenda in lino
Il lino è un altro tessuto particolarmente delicato, elegante e adatto a uno stile d'arredo country o shabby chic. Può essere lavato in lavatrice a temperature non oltre i 30°. Se steso in maniera corretta, può non essere stirato: in ogni caso procedere alla stiratura quando le tende sono ancora umide, mai da asciutte.

Tessuti per tenda in misto lino
Possono essere lavate a mano o in lavatrice a temperature inferiori a 30°. Se si procede con un lavaggio a secco, evitare l'ipoclorito. Non usare detersivi aggressivi ma optare per neutri e delicati. Il tessuto, come il puro lino, va stirato quando è ancora umido senza superare i 40°.

Tessuti per tenda in cotone e misto
Pur essendo un tessuto naturale e resistente, è meglio non lavare le tende in cotone a temperature superiori ai 30° e non usare la centrifuga lunga per evitare che il tessuto scolorisca. Stirare con ferro a massimo 40°.

Tende delicate e complementi per tenda (Voilé Crêpe e Merletti e altri tessuti molto leggeri)
Se le vostre tende sono confezionati con tessuti decorativi leggeri, è bene eliminare la polvere prima di immergerle nell'acqua del lavaggio per evitare di rovinare i colori. Lavare a mano a basse temperature con sapone neutro e delicato. Se presentano macchie si può aggiungere all'acqua del lavaggio uno sbiancante specifico per tende. Il lavaggio a secco e in lavatrice sono sconsigliati. Per avere delle linee morbide lasciar asciugare in verticale.

Tendaggi in tessuto stropicciato
Se il design della vostra tenda è costituito da un tessuto stropicciato o increspato (crêpe) si dovrebbe evitare il lavaggio a secco o in lavatrice. Procedere con il lavaggio a mano delicato a basse temperature e appendere le tende quando sono ancora un po' umide per assicurare un risultato perfetto che mantenga le naturali increspature della trama.

Tappezzeria e tessuti d'arredo:

Tessuti con stampe di cotone o percentuali in lino
Questi particolari tessuti devono essere lavati a mano, se si sceglie la lavatrice usare basse temperature senza centrifuga. Non strizzare dopo il lavaggio. Quando si lascia in acqua e sapone il tessuto, aver cura di fare un buon risciacquo finché l'acqua è limpida. Usare il ferro da stiro tiepido.

Tessuti con tinteggiatura sul filato e tessuti in pezze tinti
Per trattare questi tessuti e rinnovarli si può procedere con il lavaggio a mano delicato. In lavatrice è necessario tenere basse temperature ed evitare la centrifuga. Il risciacquo deve essere molto accurato. Non asciugare al sole ma stendere il tessuto in un luogo protetto dai raggi diretti per proteggere il colore. I tessuti stampati vanno stirati sempre dal rovescio con il ferro da stiro tiepido.

Tessuti greggi
Per lavare questa tipologia di tessuto bisogna procedere con metodi delicati, senza usare saponi aggressivi, la parte del risciacquo deve essere molto accurata per non lasciar tracce di detersivo. Mai strizzare i tessuti grezzi. Per stirarli usare il ferro tiepido.

Tessuti con intarsi e damasco, cotone misto sintetico
Eleganti e di effetto, questi particolari tessuti vanno lavati con acqua massimo 30° a mano o in lavatrice. Si consiglia di usare sempre saponi neutri. Stirare a bassa temperatura. Non strizzare né centrifugare.

Velluti
Delicato ed elegante, il velluto è un tessuto particolare che non dovrebbe essere lavato in acqua. Si consiglia sempre un lavaggio senz'acqua, possibilmente in lavanderia a secco. Il ferro da stiro va usato sempre a basse temperature. Per mantenerne la morbidezza si può usare la spazzola dell'aspirapolvere.

Velluti misti con tessuto di cotone
Questo tessuto va lavato in acqua tiepida, a mano o in lavatrice. Non usare centrifuga e non strizzare dopo il lavaggio. Stirare a media bassa temperatura. Usare aspirapolvere per mantenerne la morbidezza e la lucidità.

Tessuti in ciniglia o misti
La ciniglia ha una trama particolarmente delicata, per questo particolare tessuto è meglio lavare senz'acqua e non usare prodotti aggressivi o sbiancanti. Si consiglia di non stirare o mantenere temperature del ferro molto basse.

Tende in tessuti particolari e decorati
Per un lavaggio perfetto, si consiglia di leggere bene l'etichetta con le composizioni di tessuto: se il tessuto è sintetico per la maggior parte è consigliato portarli in lavanderia.

Tende in pelle e materiali affini
Per la pulizia quotidiana si può procedere passando sul tessuto un panno inumidito con un composto di latte (non intero) e acqua. Se il tessuto è molto sporco o macchiato usare un sapone vegetale delicato per poi strofinare senza sfregare con spugna umida. Evitare agenti aggressivi e i comuni detersivi per la pulizia, come gli smacchiatori universali. Non trattare la pelle con componenti oleose. La pelle non va esposta al sole per evitare che perda il colore originale.

Tende sintetiche e microfibra
La polvere può essere eliminata con manutenzione quotidiana con panni catturapolvere. Per pulire in profondità, passare una spugna umida (usare solo acqua pulita), poi lasciare asciugare naturalmente e usare una spazzola sul tessuto asciutto per aumentarne la morbidezza.

Tabella manutenzioni

Lavaggio a freddo Lavare in acqua fredda per ammollo o in lavatrice
Lavaggio 30° Lavare a 30° per ammollo o in lavatrice
Lavaggio 60° Lavare a 60° per ammollo o in lavatrice
Lavaggio a mano Lavare a mano in acqua molto tiepida
Non lavare per ammollo Non lavare per ammollo o in lavatrice.
Lavare a secco Lavaggio a secco.
Non lavare a secco Non pulire a secco
Lavare a secco con trielina Pulire a secco solo con trielina
Lavare con ipoclorito Lavare con ipoclorito
Non lavare con ipoclorito Non lavare con ipoclorito
Centrifuga Si può centrifugare
Non centrifugare Non centrifugare
Stirare bassa temperatura Stirare con ferro a bassa temperatura
Stirare media temperatura Stirare con ferro a media temperatura
Stirare alta temperatura Stirare con ferro a forte temperatura
Non stirare Non stirare

Abbreviazioni fibre tessili

  FIBRE TESSILI
AC Acetato
AF Altre fibre
CA Canapa
CC Cocco
CL Clorofibra
CO Cotone
CU Cupro
DR Dralon
EL Elastomero
FD Fidion
JU Juta
KA Kanecaron
LI Lino
LU Lurex
MA Modacrilica
MD Modal
ND Non determinata
NY Nailon
PA Poliammidica
PC Acrilica
PI Carta
PL Poliestere
PL FR Poliestere ignifugo
PP Polipropilenica
PU Poliuretanica
PV Pvc
RA Ramiè
SE Seta
SI Sisal
TR Trevira
VI Viscosa
VN Vinilico
WO Lana

 

I consigli sulla cura e manutenzione dei tessuti sono forniti a titolo gratuito e non esaustivo, attenersi sempre alle indicazioni fornite dal produttore.
Non siamo responsabili per eventuali danni a tessuti dovuti all'errata interpretazione dei consigli di manutenzione e lavaggio contenuti in questo sito.